L’inquinamento incide sulla resistenza all’insulina

Crescere in zone ad elevato inquinamento dell’aria incide sulle possibilità dei più piccoli di sviluppare la resistenza all’insulina, fattore precursore del diabete. E’ la scoperta di una nuova ricerca pubblicata su “Diabetologia” condotta da Elisabeth Thiering e Joachim Heinrich dell’Helmholtz Zentrum Munchen. Precedenti studi hanno identificato l’associazione tra inquinamento atmosferico e maggior incidenza di altre condizioni croniche come l’aterosclerosi e patologie cardiache. L’indagine tedesca aggiunge una malattia in più alla lista dei disturbi associati alla bassa qualità dell’aria che si respira nelle città: il diabete. I più vulnerabili risultano i bambini. “ Anche se la tossicità varia tra diversi inquinamenti atmosferici, sono ugualmente tutti considerati potenti ossidanti che agiscono sia direttamente su lipidi e proteine sia indirettamente attraverso l’attivazione di percorsi ossidanti intracellulari” ha spiegato Heinrich . “Lo stress ossidativo causato dall’esposizione agli inquinanti atmosferici può, e i nostri risultati lo confermano, svolgere un ruolo cruciale nello sviluppo dell’insulino-resistenza dei bambini”.  
http://www.diabetologia-journal.org/files/Thiering.pdf