La funzione genitoriale e la salute emotiva degli adolescenti

Uno studio del Centro per la salute emotiva dell’Università Macquarie di Sydney, conferma che un cambio di atteggiamento dei genitori di bambini molto timidi potrebbe aiutare a prevenire l’insorgenza di depressione  e ansia in adolescenza. Secondo lo studio dello psicologo infantile Ron Rapee pubblicato sul sito dell’ Australian Science Media Centre, il maggior rischio che una forte timidezza si sviluppi in ansia e depressione più tardi nella vita, sembra derivare da difetti del ruolo genitoriale: l’eccesso di protezione e di coinvolgimento, severità e critiche dirette ai bambini. Lo studio, che ha seguito più di 100 bambini molto timidi, ha istruito metà dei genitori ad incoraggiarli ed affrontare i loro problemi emotivi. “Insegniamo ai genitori diverse strategie per cercare di costruitre un senso di fiducia nei figlioletti” ha detto l’autore dello studio. Le bambine dei genitori istruiti che avevano circa tre anni quando lo studio è iniziato, registravano una probabilità del 15% minore di sviluppare un disturbo di ansia in adolescenza, rispetto alle bambine non trattate. Il trattamento invece non ha mostrato alcun effetto nei maschietti, riferisce Rapee. Secondo lo studioso, inoltre, le bambine e le donne a cui non vengono date le stesse opportunità dei maschi, come dimostrare padronanza e prendere rischi, coe normali nella cura dei ragazzi, sono più a rischio di disagi psichici.
http://www.smc.org.au/2013/05/background-better-than-cure-preventing-men...