Regime di vita giornaliero

img_left Forse davvero possiamo trovare la fonte della giovinezza più vicino di quanto immaginiamo…
Cominciamo a prenderci cura di noi stessi, dei nostri pensieri, delle nostre emozioni, del nostro corpo attraverso, ad esempio, semplici abitudini di “igiene quotidiana”.
Queste abitudini regolano l’orologio biologico della persona ottimizzando la digestione e l’assimilazione, inoltre generano le qualità dell’amore, dell’affetto, della disciplina, della pace, della gioia e della longevità.

Sveglia all'aurora
E’ bene svegliarsi di mattina al sorgere del sole.
Questo momento in natura ha qualità di purezza e dona pace alla mente e freschezza ai sensi.
Subito dopo esserti svegliato, osserva le tue mani per alcuni momenti, poi dolcemente accarezzati il viso, il collo, il torace, l’addome e il bacino: così facendo pulirai e risveglierai l’Aura.
Aivanov suggerisce, una volta alzati, prima di fare qualsiasi cosa, di lavarsi mani e viso e soprattutto, di non lavarsi gli occhi prima di essersi lavati le mani.
E’ detto nella Cabala che, appena l’uomo si addormenta, uno spirito impuro si aggrappa al suo corpo fisico e che al risveglio questo spirito rimane ancora attaccato alle mani e al viso.
Per questo, dice, non dobbiamo intraprendere nulla senza esserci prima liberati da questo strato fluidico di impurità di cui mani e viso sono impregnati.
Non è sufficiente lavarsi; occorre farlo coscientemente, concentrandosi sulla sensazione di freschezza che l’acqua produce sulla pelle. Questa sensazione rischiarerà il tuo pensiero.

Pulizia del corpo
Lava la bocca con acqua sciacquando bene.
Lava i denti.
Raschia la lingua ripetendo l’operazione su tutta la superficie per 10 – 15 volte.
Questa pulizia migliora la percezione del gusto, stimola gli organi interni e l’intero tratto digestivo, favorisce la digestione e rimuove i batteri e le scorie che si sono accumulate.
Lavati il viso buttando l’acqua con entrambe le mani.
Eseguire gargarismi tenendo olio in bocca mattina e sera è una pratica efficace per ridurre stress e tensioni, per fortificare denti, gengive e mascelle, per migliorare il timbro della voce, per rimuovere le rughe dalle guance e per percepire il sapore naturale degli alimenti.

 L’Ayurveda suggerisce:- metti 2 o 3 gocce di Netra Tailam negli occhi, massaggia le palpebre strofinandole dolcemente, apri e chiudi gli occhi velocemente varie volte e ruotali in tutte le direzioni, poi tamponali con piccoli Othadam fatti con erbe, Triphala o Shanti tè.Questa pratica previene le malattie degli occhi, migliora e riposa la vista, è usata nella cura delle infiammazioni.
- applica nelle narici da 3 a 5 gocce di Nasika Tailam. Prima lubrifica ogni narice, poi massaggia delicatamente inserendo il dito mignolo.Applicare questa pratica regolarmente ogni mattina aiuta a lubrificare il naso e a pulire i seni nasali, migliora la voce, la vista e favorisce la chiarezza mentale; cura la sinusite e tutti i disturbi di Vata.
- metti 2 o 3 gocce di olio tiepido Karna in entrambe le orecchie e massaggiale regolarmente”.

Doccia
Fai una doccia con acqua tiepida e alla fine, con acqua fresca.
L’acqua scorrendo porta nuova energia che circola nel corpo e schiude la mente portando chiarezza.
Alla fine della doccia applica un olio profumato che porterà gioia e donerà freschezza all’anima.

Bere acqua calda
Bevendo acqua calda ben bollita, il mattino a digiuno, si purifica il proprio organismo.
Nell’organismo ci sono dei depositi che si possono eliminare solo digiunando e bevendo acqua caldissima.
Quando l’acqua che si beve è calda i tessuti si dilatano e diventano più elastici, migliora la circolazione.

Dopo la doccia
In estate dopo la doccia bevi un bicchiere di acqua fresca, mentre nelle altre stagioni bevi una tisana riscaldante e disintossicante.
Non è una buona idea iniziare la giornata con un tè o un caffè: queste abitudini provocano stress e stipsi, esauriscono l’energia dei reni e riducono le secrezioni ormonali.

Yoga
Praticare regolarmente Yogasana, in particolare il Saluto al Sole che favorisce la circolazione, migliora la digestione e l’eliminazione, dona forza e resistenza, porta il buon umore e mantiene il corpo in forma.

Qual è il mio compito?
Dopo la meditazione pensa al compito che ti attende nella giornata: cosa devo fare?
Comprendi il dovere che dev’essere compiuto e fatti una promessa da mantenere nell’arco della giornata: non mi arrabbio, perdono, mi controllo, non mi stanco, sono contento, non perdo la pace, osservo il silenzio, non dubito, non critico e non giudico

Masticazione
Prima della colazione mastica una manciata di semi di sesamo, che fortifica gengive e denti.
Dopo la colazione mastica 3-5 datteri essiccati e un po’ di polpa di cocco. Masticare questi alimenti la mattina stimola il fegato e lo stomaco e migliora il fuoco digestivo.

Colazione
E’ consigliabile fare colazione almeno un’ora e mezzo dopo essersi alzati da letto.

Spiritualizzare ogni attività
La spiritualità consiste nel fare tutto nella luce, con la luce e per la luce, nel sapere utilizzare qualsiasi lavoro per elevarsi ed armonizzarsi.
Ogni giorno, in ogni luogo e in qualsiasi cosa tu faccia, abituati a consacrare qualche istante all’armonia.
L’armonia porta tutte le benedizioni, la soluzione di ogni problema: essa dà forza, potenza, lucidità, padronanza di sé, equilibrio.
Quando ti senti turbato, agitato o inquieto, fermati, pensa per qualche minuto all’armonia … e poi continua il tuo lavoro.

Impara a ringraziare
Impara a conoscere la potenza della gratitudine.
La gratitudine, la riconoscenza, sono forze sconosciute che disintossicano l’organismo, neutralizzano i veleni.

La sera
Prima di coricarsi, Aivanov suggerisce di non lavarsi il viso per non togliere tutti i buoni fluidi che ci proteggono, altrimenti si rimane smagnetizzati.
Se sei sporco a causa di lavori che hai fatto, passati sul viso un guanto da bagno umido, ma non lavarti nell’acqua corrente.
Lavati il corpo, le mani, i piedi, ma non il viso.
Per quanto riguarda i piedi, si consiglia di lavarli tutte le sere nell’acqua più calda possibile, dato che un bagno ai piedi ha un’influenza benefica sul plesso solare.
Non è necessario un lungo pediluvio, ma fallo coscientemente.
La sera, coricandoti, formula un pensiero buono e lascialo lavorare in te durante tutta la notte.
Non addormentarti mai con un pensiero negativo nella mente, poiché questo, durante la notte, farebbe opera distruttiva nel tuo subconscio.

Grazia