Verso una nuova medicina

Autore/i: 
La terapia farmacologica svolge solo un'azione sintomatica nelle patologie corporee e non considera le sfere psichiche e spirituali dell'uomo. Alcuni trattamenti naturali potrebbero fare di più, ma come orientarsi in questa scelta?
Mentre le patologie infettive sembrano sufficientemente controllate, si moltiplicano le patologie cronico-degenerative e quelle psico-spirituali. La terapia farmacologica colpisce solo la sintomatologia biologica sopprimendo un linguaggio importante del corpo, mentre non scalfisce le ‘radici’ della malattia.

Abbiamo dimenticato che l’uomo non è solo corpo, ma anche psiche e spirito, e che la terapia deve tener conto che la malattia non coinvolge mai un solo distretto ma, come nella fisica dei vasi comunicanti, inizia da uno per estendersi a tutti e tre i livelli della persona.

Dopo un’analisi delle cause principali delle malattie e aver considerato i limiti della terapia farmacologica, l’Autore propone per ogni gruppo patologico le terapie più appropriate scegliendo ora quelle chimiche, ora quelle naturali, ora quelle energetiche, ora quelle igienico-comportamentali, ora quelle psico-spirituali.